Guida all’edilizia sostenibile: materiali edili, innovazioni e gestione dei costi

Al momento stai visualizzando Guida all’edilizia sostenibile: materiali edili, innovazioni e gestione dei costi

Questo articolo offre delle basi per l’edilizia sostenibile, rispondendo anche a domande comuni quali quelle sulla definizione di materiali edili e sui trend in crescita. Esploriamo come questi materiali naturali stanno rivoluzionando i progetti edilizi, affrontando le sfide dei costi crescenti e rispondendo alle esigenze di un’edilizia più ecologica ed efficiente

Materiali edili in crescita: affrontare l’aumento dei costi

Il settore edile si trova di fronte a una sfida cruciale: l’aumento costante dei prezzi dei materiali. Questo fenomeno è alimentato dalla crescente domanda, dalla scarsità di risorse, e dagli altalenanti costi delle materie prime, e impatta su imprese di costruzione di ogni dimensione.

In risposta a questa sfida, molte aziende stanno esplorando nuovi materiali e tecniche di costruzione innovative. L’adozione di tecnologie avanzate e materiali più efficienti non solo riduce i costi a lungo termine ma migliora anche la sostenibilità ambientale dei progetti.

Cosa sono i materiali edili?

I materiali edili comprendono vaste tipologie di sostanze utilizzate sia nella costruzione che nella ristrutturazione e manutenzione degli edifici. Dai mattoni al cemento, dal legno al metallo, questi materiali costituiscono la base di qualsiasi progetto edilizio, influenzando l’affidabilità e l’efficienza energetica dell’intero edificio.

impatto-ambientale-di-edilizia-sostenibile

Innovazione nei materiali e nelle tecniche

Entrando nel mondo della progettazione edilizia contemporanea, emergono due elementi importanti: l’integrazione di tecnologie avanzate e la bioedilizia.

Integrazione di tecnologie avanzate

Due delle più interessanti tecnologie che permettono alle aziende di ottimizzare il processo, ridurre gli errori, aumentare l’efficienza, contribuendo così alla gestione dei costi sono:

  • Droni: grazie all’utilizzo dei droni è possibile ispezionare e mappare grandi superfici, riducendo così tempo e costi.
  • BIM: il metodo BIM permette di pianificare avendo una maggiore gestione della progettazione totale, in quanto viene realizzato un modello virtuale dell’edificio in tutte le sue parti, compresi gli impianti.

Bioedilizia e materiali biocompatibili

La bioedilizia promuove la costruzione in armonia con l’ambiente circostante, basandosi su materiali ecocompatibili e sostenibili come legno certificato, bambù e cemento a bassa emissione di carbonio.

Riscoperta dei materiali naturali

  • Legno e paglia: questi due materiali sembrano ideali per costruire edifici NZEB, realizzando la struttura in legno con tamponamento delle pareti in balle di paglia (per saperne di più clicca qui).
  • Bambù: leggero e sostenibile, il bambù è ideale per strutture e pavimenti, contribuendo alla riduzione dell’anidride carbonica.
  • Argilla: utilizzata per pareti e intonaci, l’argilla offre eccellenti proprietà termiche e acustiche.
  • Pietre naturali: ardesia, granito o travertino, estratte in modo sostenibile, offrono durabilità e basso impatto ambientale.
  • Pitture ecologiche: le pitture ecologiche, a basso impatto ambientale e non tossiche, riducono le emissioni di composti organici volatili (VOC) nell’aria.

Materiali edili sostenibili per isolamento termico ed energia

La combinazione di materiali, prodotti e impianto per il risparmio energetico, mira a garantire un ambiente interno confortevole, riducendo la dipendenza da fonti non rinnovabili e abbattendo i costi a lungo termine.

  1. Isolanti naturali
  • Lana minerale: fibra resistente al fuoco, garantisce sicurezza e comfort.
  • Sughero: durevole e regola l’umidità, adatto a pareti e pavimenti.
  • Canapa: resistente e biodegradabile, riduce l’impatto ambientale.
  • Fibra di cocco: isolante termo fono e regola l’umidità.
  1. Pannelli solari
  • Fotovoltaici: convertono la luce solare in elettricità.
  • Termici: catturano il calore solare per riscaldare l’acqua.
impatto-ambientale-di-edilizia-sostenibile-1
  1. Infissi a risparmio energetico
  • Vetro a bassa emissione: riduce la perdita di calore e limita l’ingresso di calore.
  • Telai avanzati: realizzati in materiali come legno, PVC e alluminio per ridurre la conducibilità termica.
  1. Materiali a cambiamento di fase

I PCM regolano la temperatura interna assorbendo e rilasciando calore.

  1. Pitture isolanti termiche

In questo caso si intendono delle pitture a base di nanotecnologia, il quale ha proprietà isolanti, riducendo così la trasmissione del calore attraverso le pareti.

Materiali edili per la gestione dell’umidità

La gestione dell’umidità è essenziale per prevenire danni strutturali e garantire la qualità dell’aria interna.

  1. Materiali impermeabili: dalle malte ai rivestimenti

I materiali impermeabili svolgono un ruolo chiave nella gestione dell’umidità. Prodotti come malte deumidificanti, termointonaci e vernici anti umidità, possono prevenire infiltrazioni d’acqua e favoriscono l’evaporazione dei sali, proteggendo le strutture.

  1. Membrane impermeabili

Vi sono alcune membrane, come quelle della VOLTECO, che sono impermeabilizzanti e traspiranti. Queste membrane consentono di contrastare le infiltrazioni d’acqua, riducendo il rischio di condensa e muffe.

  1. Materiali a cambiamento di fase (PCM)

Regolano temperatura e umidità, contribuendo a una gestione più efficiente degli ambienti interni.

  1. Materiali biocompatibili

Legno certificato e bambù, oltre a essere ecologici, contribuiscono alla regolazione naturale dell’umidità.

  1. Sistemi di ventilazione innovativi

Dalle tecnologie di ventilazione intelligente ai sistemi di ricambio dell’aria, l’innovazione nella ventilazione contribuisce a creare ambienti più salubri.

Superbonus 70% nel 2024

Il Superbonus è una delle agevolazioni fiscali più vantaggiose per chi vuole ristrutturare casa e renderla più efficiente e sicura. A seguito della nuova Legge di Bilancio di Dicembre 2023 la detrazione fiscale è pari al 70% per il 2024, quindi grazie alla riduzione delle aliquote del Superbonus, ci aspettiamo che ci sarà una diminuzione dei costi dei materiali edili in virtù di un ridimensionamento della domanda e d’altro canto di una maggiore concorrenza tra i fornitori.


Continua a seguire il nostro blog per rimanere aggiornato su tematiche come nuove tecnologie, chicche sull’interior design e il green design. Condividi questo articolo con chi è interessato e rimani aggiornato sulle tendenze ecologiche nel mondo della costruzione.

Grazie per il tuo supporto! 🏗️

Scritto dall’Arch. Ilaria Riva e Michela Arcidiacono